mercoledì 14 ottobre 2015

Uno su mille, dicevano. E gli altri 999?

La Capitale mi distrugge. Sto cercando di organizzare il mio ultimo anno di università più quello fuoricorso, e ho appena ricevuto una porta in faccia da un professore a cui volevo chiedere la tesi. Ho pure perso tempo a cercare degli argomenti sul suo insegnamento, ho fatto le prove allo specchio del discorso da fargli, mi sono truccata, messa lo smalto in modo meticoloso, tirato fuori la giacca a vento che fa tanto Sherlock Holmes. E invece niente, lui mi ha guardata, mi ha chiesto chi fossi, e alle mie parole "volevo... tesi... laurea..." ha iniziato a correre come Forrest Gump blaterando troppi impegni. Scellerato.

Inoltre, ho calcolato che passo la maggior parte delle ore della giornata in treno o nella metropolitana e i miei flirt amorosi si concentrano tutti lì e durano, ovviamente, il tempo di uno sguardo da Piramide e Garbatella oppure il tempo di una mezza chiacchiera sul tempo e annessi sul regionale Roma Napoli. Oh, almeno mi passa il tempo.


Mi tocca ricominciare con la cura ormonale. Dopo aver detto al medico che l'ultima terapia ormonale mi ha fatto sentire mentalmente stabile come la Misery di Stephen King, mi ha promesso che questa volta posso avvalermi di un farmaco di ultima generazione. Ancora mai provato in Italia. Non so se la cosa mi rassicura, ma tant'è, vedremo. Ormai non mi preoccupo più, vada come vada. Ci sono già passata e, se tra qualche mese dovrò essere operata, prenderemo la cosa con filosofia. Della serie "c'è sempre qualcuno messo peggio". Quantomeno rincuorante.

I miei capelli crescono e sono sempre più ricci e io mi sento sempre più figa mentre mi sciolgo la coda e faccio ondeggiare la chioma come se stessi girando il nuovo spot della Pantene. No, non sono matta, semplicemente ho passato gli ultimi due/tre anni con un carré e poi un giorno ho deciso che anche lungo è bello. Siete autorizzati alle battute sconce, a questo punto.


Bene, ora che vi ho sbrodolato un po' i miei problemi, vi lascio con i clarinetti di Wolfgang Amadeus. Ho scoperto che sono idilliaci, e che li adoro. E che coprono con meravigliosa eleganza i rumori di sottofondo. 

Una selezione innaturale, per questi poveri umani da strapazzo.




10 commenti:

  1. ho notato la capigliatura e non solo ;) tant'è che l'ho comunicato anche sul mio blog.
    perdono... ma sei troppo carina.Stronzo di Prof. consiglio di virare su qualcuno almeno educato.ciao bella Lolita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaarw sei troppo dolce tu, mi imbarazzi! <3 però dai hai ragione dai, tra fighe ci si capisce ;-)

      Sì, decisamente cercherò qualcuno che non sta sul piedistallo. La tesi è un onore a parer mio, dovrebbe essere così per i relatori che hanno grande rischiesta, non una scocciatura. Ci inviteremo qualche altra cosa. Un bacio grande Silvietta :-***

      Elimina
  2. In merito alla tesi... ci hai provato. Niente di più giusto. Hai fatto ciò che dovevi fare, anche se è andata male e se il prof è stato maleducato.
    Non demoralizzarti bensì tenta a chiedere ad altri, magari questo primo "no" potrebbe portarti da persone migliori, facendoti creare qualcosa di molto più bello..
    Non sempre le porte chiuse precludono altre possibilità... anzi!

    Mi spiace per i problemi ormonali, ti capisco assai. Ho squilibri da due anni ormai.

    Un abbraccio Lola!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No non mi demoralizzo, sono solo un po' stufa, anche perché da me bisogna chiedere la tesi 18 mesi prima... mamco un parto gemellare ^^' però non demordo, troverò qualcosa di altrettanto interessante :-) staremo a vedere.

      Beh purtroppo questi problemucci sono all'ordine del giorno per le ragazze della nostra età... tanta, tanta fo******ta pazienza. Un bacio grande

      Elimina
    2. 18 mesi...?!? Ora sì che capisco la tua stanchezza... il motivo di questa esagerazione?
      In bocca al lupo per tutto, cerca di non agitarti troppo, io-noi tifiamo per te!!!

      Elimina
    3. 18 mesi prima perché sto in una quinquennale e anche perché abbiamo anche la relazione di tirocinio... :/ infatti il problema è burocratico, perché dopo aver firmato il foglio di laurea poi ho tutto il tempo per finire gli esami e fare altro...

      Grazie Ila, crepi il lupo ♡

      Elimina
  3. ...le cose che non accadono in italia sono migliori...
    i farmaci seguiranno lo stesso percorso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non voglio credere che sia sempre così Pata, ma questa volta lo spero vivamente!

      Elimina
  4. Non so bene come funziona l'università e sinceramente non sapevo che si dovesse chiedere l'appoggio di un prof che non conosci o.O però ammazza che stronzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ho fatto due esami con questo professore xD ma siamo così tante che non si sarebbe mai ricordato di me... però si, stronzetto lui.

      Elimina

Il cliente ha sempre ragione