lunedì 4 aprile 2016

Maledetta primmavera

- le mie amiche, l'altro giorno, mi hanno fatto una domanda...

- che domanda?

- eh, mi hanno chiesto "ma tu e il ragazzo di atletica state insieme?" 

- ahahahah ora sono il ragazzo di atletica, non più l'ingegnere?

- tecnicamente non sei ancora ingegnere, quindi!

- e comunque uhm... diciamo di sì dai, forse puoi dire loro che stiamo insieme...

- forse?! ma vuoi che ti faccio un biglietto come quelli che si facevano alle medie?!

- (altri cinque minuti di prese in giro)

- ma che giorno scegliamo? In realtà noi stiamo già insieme, no?

- sì?

- eh sì... ma da quando?

- eh non lo so... 

- dai scegliamo il numero dieci, come il capitanoooooo

- non ci pensare nemmeno!

- dajeeeeeee er puponeeee

- smettila!

- (...)

- facciamo che stiamo insieme da oggi?

- va bene

- cacchio oggi è 2 aprile, sai le risate se stavamo insieme da ieri? Potevamo fare finta che era un pesce d'aprile!

- ahahah che scema che sei! L'avevo pensato anche io ma non l'ho detto

- siamo due cretini vero?

- però ci divertiamo un sacco, e poi oddio che tetteawjfnfvnefivneivn

- sei un porco! anzi uno scaricatore di porto coatto

- qualche altra cosa?

- anzi no, sei un camionista, di quelli che quando passi per strada ti urlano "ahò a bonaaa te darei du colpi!!" mentre suonano le trombe bitonali!

- fatti sposare! 



E  niente siamo così, all'apparenza due scemi col botto. Però ci vogliamo tanto bene. E ci divertiamo. E ci diciamo le cose, tante cose. E facciamo le cose, eh, tante cose. Tipo anche la spesa insieme, con io che gli rompo le palle sulle date di scadenza del latte e della carne. E mi fa strano, gli ho detto, sentirmi tanto tranquilla quando nei paraggi c'è lui. Datemi due schiaffi perché ho perso la testa. Sarà la primavera?

14 commenti:

  1. È sempre una strana questione. Stablire da quando parte l'essere una "coppia", dico.
    Capita che si stia assieme, pur senza aver deciso quando o senza aver neppure capito quando di preciso e si finisce per scegliere una data più per convenzione che altro.
    Che dolci che siete <3 ma non temere, non hai "perso la testa": eri bassa anche prima :D

    Sai che scherzo :-p ti auguro ogni bene ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, quando ti senti già coppia forse non c'è neanche bisogno di dirlo, soprattutto quando "fuori" tutti vi vedono così, ed anche voi allo specchio. Stavolta però ho fatto la "donna" bisognosa di conferme (che non mi servivano davvero) e ci siamo divertiti a scegliere un giorno. In fondo hai ragione, senza testa poi sarei davvero una lolita tascabile, lasciamo stare ;-D

      Grazie, I know ;-)

      Elimina
  2. È sempre una strana questione. Stablire da quando parte l'essere una "coppia", dico.
    Capita che si stia assieme, pur senza aver deciso quando o senza aver neppure capito quando di preciso e si finisce per scegliere una data più per convenzione che altro.
    Che dolci che siete <3 ma non temere, non hai "perso la testa": eri bassa anche prima :D

    Sai che scherzo :-p ti auguro ogni bene ;-)

    RispondiElimina
  3. è sempre la meteorologia che ci fotte ;))
    (goditi tutto il bello)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi dicono che non ci sono più le mezze stagioni :-D

      Grazie :**

      Elimina
  4. “Il n’y a qu’une sorte d’amour, mais il y a mille différentes copies”
    duc de La Rochefoucauld François

    RispondiElimina
  5. Ma mi commuovete fino alle lacrime. Tanto belli... Passo di qui e vedo che va tutto bene. Ottimo!

    RispondiElimina
  6. Lola che belle novità che porta la primavera!
    E' l'effetto più bello che possa farci una persona, quello di farci sentire tranquilli quando è nei paraggi.
    Io ti auguro tanta tanta tanta felicità che te la meriti tutta, Lola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...mi sento proprio persa Em, ed è Vernante bello :-)) un abbraccio!

      Elimina
    2. A volte è bello perdersi. E poi ricordati che un tale, si è perso ed ha scoperto l'America :).

      Elimina
    3. ...però Vespucci gli fregò la scoperta ;-D

      Elimina

Il cliente ha sempre ragione