venerdì 11 gennaio 2019

what the Lola



E' passato un mese esatto dal "grande giorno", forse sto iniziando a realizzare soltanto adesso. Chi ancora c'è dentro non ci crede eppure mi manca tutto, cazzo. E mi manca dal momento in cui il Presidente di commissione ha pronunciato la fatidica frase "E con i poteri conferitimi (...) la dichiaro Dottoressa in (...)". L'applauso, la relatrice che mi sorrideva, le tesi sparite, il fotografo rompicoglions, la corona d'alloro con i peperoncini. Tutto così ordinario, tutto così perfetto, tutto così mio. 

Era il mio giorno e me lo sono goduto davvero. Sono stati i miei dieci minuti di gloria, con metà commissione a digerire un pranzo veloce per cominciare presto ma chissenefrega. Me la sono goduta e lì ho capito tante cose. Ho capito tante cose ma ormai è troppo tardi. Ho capito che mi sono trascinata questa laurea e che tante volte ho voluto mollare per eventi esterni che ancora mi schiacciano, eppure la voglia di "studiare" c'è e non se n'è mai andata, e lo dimostra quella tesi tanto sudata e sacrificata, e anche il libro della Montessori sul comodino. 

Forse un giorno mi immatricolerò ancora, chi lo sa. Oppure sarà soltanto un corso di formazione o un aggiornamento, ma ciò che sarà sempre vero è che non smetterò mai di studiare, di leggere, di riempirmi di cose belle. E adesso lo so veramente. No, non mi manca l'ennesimo esonero di Geografia post-Befana. Non mi mancano le bestemmie sul disegno tecnico e nemmeno i pianti su una redox da quattro crediti. Però mi mancheranno gli evidenziatori, le chiacchierate in mensa, il caffè alle macchinette, le lezioni in prima fila con la relatrice, le nostre mille chiacchierate sulla pedagogia, il suo sguardo da boss-dinosauro, le sue telefonate che risolvevano ogni problema burocratico accademico. Mi sento spaesata, a volte mi sveglio la mattina e mi fa ancora strano non avere un esame da preparare o un altro paragrafo della tesi da scrivere. Ancora visito il sito di Dipartimento e controllo la mail istituzionale che presto immagino sarà disattivata. E' tutto così, ancora in transizione, eppure quel grande burrone che mi aspettava adesso è lì, sotto i piedi, e io sto per saltare, finalmente.

Saluti da una Lola Dottoressa.

4 commenti:

  1. Lola sono orgogliosissima di te :*
    Dico solo questo e....le redox fanno piangere SEMPRE. Siano da 4 CFU o da 18 :D :D

    RispondiElimina
  2. Congratulazioni doc Lola :D Immagino il senso di spaesamento, ma son sicuro troverai presto un altro percorso da seguire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Doc Lola è fichissimo 😍😆 comunque lo credo anche io, dopo anni col naso solo sui libri vorrei solo ritornarci, però il lavoro mi attende ^^ grazie 😘

      Elimina

Il cliente ha sempre ragione